Diverse Tecniche di Ricamo

Cos’è il ricamo su canovaccio?

ricamo

Per comprendere le differenze tra Ricamo ad Arazzo (tapestry), Ricamo (embroidery) e Ricamo su Canovaccio (needlepoint) in inglese è molto utile conoscere le definizioni di ciascun termine.

In Inghilterra ed in America, uno degli aspetti più confusionari è quello di attribuire al ricamo diversi termini.

La parola needlework per esempio è il termine più utilizzato per definire qualsiasi forma creativa utilizzando ago e filo. Tra i diversi tipi di “needlework” esiste il termine needlepoint (analizzeremo quest’ultimo in un altro momento).

Ricamo, quilt, rug making, maglia e uncinetto sono dei termini spesso coperti da un’unica categoria, viene quindi utilizzato il termine “needlework”.

Adesso conosceremo insieme i termini più utilizzati:

  • il ricamo (embroidery),
  • il ricamo su canovaccio (needlepoint)
  • il ricamo su arazzi (tapestry).

Il termine tapestry , insieme al termine ricamo su canovaccio (needlepoint) e il ricamo (embroidery), sono quelli più comini. Non si tratta di una forma di ricamo su canovaccio, ma   di una forma di “arte tessile”. Tapestry è un tessuto, creato a mano o a macchina.


Il disegno viene creato attraverso un processo di tessitura molto complesso. I lavori ricamati su canovaccio e i ricami vengono spesso confusi con il ricamo ad arazzo (tapestry), perché i prodotti finiti sono molto simili tra di loro. In termini più semplici, il ricamo su canovaccio (needlepoint) e il ricamo (emboidery) vengono lavorati su tela o su di un tessuto, mentre il ricamo ad arazzo è IN-tessuto.

Il ricamo (embroidery) è quell’arte utilizzata come abbellimento o come decorazione per un tessuto. Qualsiasi tessuto può essere ricamato. I due materiali più comuni per il ricamo sono il cotone o il lino. Nel corso dei secoli, sono stati ricamati diversi capi d’abbigliamento e biancheria per la casa.

Qualsiasi tipo di filato può essere utilizzato per il ricamo, i più comuni sono quelli di cotone o seta. Che ci crediate o no – in passato i capelli venivano utilizzati per ricamare. Personalmente, preferisco tenere i miei capelli attaccati alla mia testa e per i miei ricami utilizzo le matassine della DMC. Si possono realizzare oggetti interamente ricamati e utilizzare strass decorativi, perline o conchiglie.

Fino al 19 ° secolo il ricamo è stato indicato come “lavoro su tela”. Tra il XVI e il XVIII secolo il termine “petit point” venne comunemente utilizzato per descrivere il ricamo. Oggi, il termine petit needlepoint indica il piccolo punto che viene lavorato su tela.

Due metodi di Classificazione dei Ricami

1. Il primo metodo di ricamo si divide in due gruppi:
  • il ricamo in superficie e,
  • il ricamo su tela.

Il ricamo in superficie comprende qualsiasi disegno che viene lavorato sulla parte superiore del tessuto. Il lavoro su tela consiste in un disegno ricamato nella tela.

2. Il secondo metodo di ricamo si divide in due gruppi,

Il ricamo a fili contati consiste nel ricamare in un tessuto a trama regolare. Il disegno può essere stampato sul tessuto o no. Il ricamo a punto croce ed il ricamo su canovaccio sono  i due tipi di ricamo a fili contati più comuni .

Sì, ho detto che il “needlepoint” è una forma di ricamo a fili contati. Vorrei arrivare al dunque…Il ricamo semplice è una forma di ricamo che non ti fa preoccupare della trama del tessuto. Un ricamo viene lavorato senza contare i fili e senza seguire nessuno schema.

Ogni punto può essere posto come si vuole. Il Ricamo Crewel è un orrimo esempio di ricamo libero.Infine, parliamo di ricamo su canovaccio “needlepoint”. Cos’è il ricamo su canovaccio “needlepoint”? Il ricamo su canovaccio, come ho detto prima è una forma di ricamo. Ricordiamo che il termine ricamo è stato comunemente indicato come “ricamo su canovaccio” prima del 19 ° secolo. Oggi, il ricamo su canovaccio è chiamato “needlepoint”.

Mentre il ricamo viene lavorato in qualsiasi tipo di tessuto, il ricamo su canovaccio “needlepoint” viene lavorato principalmente su canovaccio. Vengono utilizzati filati di lana per ricamare su canovaccio. Il punti impiegati sono punti “fantasia”.

Esistono centinaia di punti di ricamo da utilizzare anche se molti di questi punti sono stati adattati con passare degli anni in rapporto allo spessore del tessuto e del filato. Alcuni dei punti di ricamo su canovaccio più comuni sono: il punto croce, il punto gobelin, punto catenella.

Per un elenco più completo di questi punti, con le relative  istruzioni e gli schemi, visitare Stitchopedia, un enciclopedia dei vari  punti di ricamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.