William Morris – La Carta da Parati

William Morris, artista e scrittore, fu uno dei principali fondatori del movimento britannico Arts and Crafts; è considerato antesignano dei moderni designer ed ebbe una notevole influenza sull’architettura e sugli architetti del suo tempo.

L’idea di disegnare la carta da parati nacque proprio da William Morris. L’azienda fu successivamente venduta alla compagnia Morris, Marshall, Faulkner & Co, divenuta nel 1864 Morris & Co. Anche se il progetto era stata completato da Morris due anni prima nel 1862.

Per Morris il Trellis rappresenta il primo tentativo di disegnare la carta da parati, fu un’opera ispirata alla nuova casa di famiglia di Morris, la Red House progettata e costruita dallo stesso autore, grazie al supporto del suo amico e architetto Philip Webb nel 1859.

Morris aveva pensato di creare questo particolare design su carta da parati rifacendosi ai paesaggi tipici dei giardini che circondavano la sua nuova casa ad esso si aggiunge il particolare carattere legendario del progettista. Sarà proprio il tipico carattere creativo a renderlo nel tempo famoso.

È interessante notare come allo stesso progetto si ispirarono diversi artisti. I suoi disegni furono riportati su pregiati tessuti per poi essere ricamati su cuscini, tende e quadri.

Morris in tutta la sua vita non ebbe mai fiducia nelle sue abilità per il disegno e per tutta la sua carriera produsse esclusivamente quantità eccessive di fiori e foglie. La sua capacità grafico-creativa diminuiva quando si trattava di riportare vegetazioni biologicamente più complesse. Pertanto, nell’opera Trellis, Webb produsse la fauna avicola, mentre Morris si occupo’ del resto del design.

Paragonato al lavoro di design, sia per la carta da parati che per i tessuti, questo primo esempio appare molto più pomposo e pesantemente compositivo.

Prova a pensare ad una carta da parati in camera stile Trellis. Con questo modello di carta da parati l’ ambiente domestico apparirà elegantemente maestoso.

Ricordiamo che anche se questo fu il primo esempio di design su carta da parati realizzato da Morris nel mercato del tessile, questo capolavoro risulto’ essere molto diverso dai prodotti disponibili di arredo interni in quel periodo anche se il lavoro di progettazione fu volutamente ingenuo e sofisticato.


Morris sapeva che la sua strategia creativa nella produzione di modelli era poco simile alla carta da parati prodotta dalle macchine in quel periodo.

Molti di questi sfondi sono stati dimenticati nel tempo, mentre il Trellis di Morris tutt’ora conosciuto e familiare, oggi come 150 anni fa, la dice lunga sulla convinzione dei progettisti e la propria strategia verso le arti decorative.

Nonostante la data di creazione di questo sfondo sia incerta, l’opera appare essere tra i preferiti di Morris. Faceva parte della decorazione della sua camera da letto a Kelmscott House durante gli ultimi due decenni della sua vita. In quest’opera viene percepita un’espressione sentimentale molto profonda data dal design e dai colori utilizzati.

Era un’epoca in cui stava iniziando una nuova carriera creativa, un nuovo matrimonio e una casa nuova. Tuttavia il Trellis può essere visto su una scala molto più ampia come uno dei primi passi verso una carriera che avrebbe cambiato radicalmente molti aspetti delle arti decorative nel mondo inglese.

Ricamo e Design

Sul Blog Needlenthread è disponibile un disegno con tulipani tratto dalle opere di W.Morris. Il tralcio può essere utilizzato per decorare tende, asciugamani e cuscini.

Un pensiero su “William Morris – La Carta da Parati

  1. Pingback: Il Ricamo – Arte Del Ricamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *