Arte Del Ricamo

Fascino d’altri Tempi e Fresche Idee.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Print this page

Le cicale ” appollaiate” tra i rami del grande e alto pino  domestico anche oggi non ci fanno presagire niente di buono, con la loro colonna sonora estiva con il loro frinire il tormentone dell’estate che quasi ci esaspera, ci fanno capire che anche per questa splendida luminosa giornata  saremo invase dal grande caldo.

La calura estiva ci fa stare in movimento alla ricerca di un po’ di refrigerio. Che cosa possiamo fare questo pomeriggio con l’aria così pesante e afosa?

Decidiamo che per rinfrescare  il fisico e anche le idee non utilizzeremo costose e sofisticate tecnologie ma cercheremo refrigerio recandoci in un luogo fresco, frizzante e soprattutto …misterioso!

tappeti

La salita un po’ dondolante in cima alla vetta (circa 751 metri) è emozionante e spettacolare, il paesaggio circostante a 360 gradi rivela tutta la sua bellezza, e ancor di più lo è il “posto” affascinante, unico, pieno di cultura e di radicate e dolcissime tradizioni.

Ci accoglie silenziosa e nitida la cittadina, che ancora conserva il suo aspetto medievale (nonostante qualche deplorevole manomissione), stretti vicoli, riposanti scalette, stradine selciate a tipici riquadri si arrampicano qui e la  protetti da mura millenarie,

Già dal 1963 le è stato dato l’appellativo di Città della scienza, è Erice!

Antiche porte, torri, chiese, il Duomo con il suo campanile, la torre del Balio, il castello di Venere e poi i cortili interni delle case, così discreti ma così pieni di colori e profumi di finissima primavera, tutto ha un fascino particolare.

erice-castle-sicily-italy-1366x768

Ci si può lasciar sedurre in qualsiasi modo, è tutto un susseguirsi di storia e tradizioni.

Attratti da tutto ciò che è in bella mostra , ceramiche artistiche decorate, i pizzi , merletti, ricami esclusivi ed elegantissimi, ci fermiamo però davanti ad un negozietto che mette in esposizione al pubblico dei veri e propri capolavori: sono i tappeti ericini.

Realizzati al telaio nelle proprie case, dalle donne ericine già in tempi antichissimi, oggi continua la tradizione nei laboratori con telai  tradizionali usando disegni e cotoni dagli accesi colori solari.

Bellissimi e coloratissimi, comprarli tutti è impossibile, siamo attratti però da un tappeto con un disegno a zig zag detto “stratuneddru”,che ci spiegano indica i tornanti tortuosi per arrivare ad Erice, questo sicuramente si abbinerà bene con l’arredamento della nostra casa.

dolci ericini

Felici ed appagati dalla scelta usciamo dal negozio, l’aria è frizzante ma c’è qualcosa di più… un buon odore di vaniglia e cannella, irresistibile!

Il nostro acquisto deve esser festeggiato con un dolce squisito,una vera prelibatezza ovvero la genovese ericina, una tortina di pasta frolla  farcita con crema pasticcera,insieme ai mustaccioli e ai dolci di Badia ne compriamo una buona quantità da portare a casa come golosi souvenir.

Egadi

Rifocillati e rinfrescati riprendiamo la strada del ritorno, la funivia ci aspetta per la discesa, la vista panoramica su Trapani e le Egadi è proprio da togliere il fiato.

Un pensiero su “Fascino d’altri Tempi e Fresche Idee.

  1. Chiara Putaggio

    Bellissimo dipinto di una città antica dove il tempo é una ricchezza che profuma di bellezza e futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *