Come Utilizzare i Nastri

Ti sei mai chiesta cosa sono i nastri? Il vocabolario descrive il nastro come una striscia di tessuto di altezza e lunghezza indeterminata. Ma sono sicura che avrai avuto già modo di utilizzarli.

Osservando le vetrine ti sarai già accorta dell’importanza dei nastri, soprattutto nell’abbigliamento femminile: molti vestiti vengono guarniti e ricamati con nastri, le borse estive sono fatte di nastri di rafia, e con i nastri le nonne anticamente intrecciavano i loro lunghissimi capelli.

I nastri possono essere utilizzati in tantissime cose; ma prima di utilizzarli, impariamo a conoscerli.

Come possono essere i nastri?

I nastri possono essere di seta, di cotone, di raso o di velluto e di altre fibre naturali o artificilai. Quelli che ti consiglio sono i nastri di raso. Il raso infatti è il più pratico: si lava e si smacchia con facilità e non richiede l’uso del ferro da stiro. Dopo la lavatura con acqua fredda e sapone o detersivo in polvere, sciacqualo accuratamente e stendilo ben teso, senza strizzarlo. In pochi minuti sarà asciutto e perfetto.

I nastri in seta pura sono più morbidi e vaporosi, ma richiedono molta attenzione: bisogna lavarli con detersivi speciali e stirarli con il ferro non troppo caldo, altrimenti la seta si arriccia. Se poi il colore è chiaro ingialliscono facilmente.

I nastri in velluto non sono tanto delicati come quelli in seta pura ma sono bellissimi specie per le guarnizioni degli abiti e per i capelli. Infatti sono stati realizzati nastri in velluto molto resistente, che si lava come qualsiasi altro tessuto ed è addirittura antimacchia: cioè è trattato con speciali prodotti chimici che non assorbono l’unto.

Il Nastro Migliore


Sei in imbarazzo perchè in merceria ti stanno mostrando due nastri che sembrano uguali, nonostante uno costi più dell’altro? Vorresti chiedere il perchè della differenza di prezzo, ma alla fine decidi di non farlo.

Ebbene, eccoti un modo semplicissimo per imparare a riconoscere il valore di  un nastro. Osserva attentamente i bordi (cimose). Vedrai che i bordi dell’uno sono più puliti, rifiniti meglio, più accurati di quelli dell’altro, che sembra uguale, ma costa molto meno.

La preziosità del nastro infatti è tutta qui: nella perfezione dei suoi bordi. E’ un piccolo trucco per riconoscere la bellezza!

Fermagli nei Capelli

Si proprio così! I nastri con i quali le ragazze amano ornarsi i capelli devono apparire come piccole, variopinte farfalle. E’ un modo per essere graziose, ma anche e soprattutto per avere una capigliatura ordinata e sempre a posto. Hai i capelli biondi e lunghi? Ma sono lisci e sottili e non sapete come tenerli: “scappano via”.

Raccoglili in cima alla testa con un nastrino da annodare con un piccolo fiocco. I capelli sciolti stanno bene a una ragazza, ma così, sempre sugli occhi, ti danno un aspetto disordinato. Ottimo rimedio è il cerchietto ferma-capelli, rivestito in nastro di velluto o di raso, sul quale può essere applicato un fiocchetto dello stesso tessuto.

I tuoi capelli sono corti e ondulati, e sono sempre a posto. Ma un nastrino va bene anche per loro, legato a una ciocca, all’altezza delle sopracciglia.

Nastri di Seta e Velluto

Le dame dei secoli scorsi guarnivano i loro abiti facendo largo uso di nastri. Prendi ispirazione da loro: un nastro puo’ rendere ancora più grazioso il tuo abitino e farlo persino sembrare nuovo, se saprai utilizzarlo con accorgimento.

Sei cresciuta un po’ in fretta e il tuo vestitino dell’anno scorso è diventato corto? Tre giri di nastro di velluto alto un centimetro, posti a uguali intervalli, daranno al tuo vestito un aspetto nuovo.

Il golfino, all’allacciatura, si è sciupato? Prendi del nastro di raso alto circa tre centimetri, dello stesso colore della lana, o in una tinta contrastante. Applicalo al bordo del golfino cucendolo con un invisibile sottopunto. All’utile avrai aggiunto anche una nota di eleganza!

Scarpe con i Fiocchi

Con i nastri si può fare proprio di tutto. Persino un paio di scarpe un po’ sciupate possono apparire come nuove, se saprai scegliere il nastro intonato alla loro forma e al tipo di pelle.

Il nodino sulle scarpe è un elemento molto grazioso per adornare le scarpe di una ragazza. Confezionarlo non è difficile; per applicarlo puoi utilizzare la colla a caldo. Oppure puoi cucire il fiocchetto di raso su una “clip” (fermaglio) che troverai facilmente in merceria o dal calzolaio.

Hai un paio di scarpette bianche di pelle, ma con l’abitino scuro non s’intonano perfettamente? Potrai guarnire le tue scarpe con un fiocchetto di taffetà bianco o grigio chiaro a pallini rossi o blu.

Un Cappello all’Uncinetto con Nastro di Raso

Quel cappello all’uncinetto che hai portato durante le vacanze dell’anno scorso non ti piace più. Ma non c’è aria di comprarne uno nuovo! Basterà un tocco di creatività e il tuo vecchio cappello ritornerà ad essere nuovissimo.

Prendi un nastro di nailon o di raso alto circa sei centimetri, saldalo attorno alla base della cupola e annodalo con un fiocco vaporoso, a larghi occhielli. Non esagerare però nella voluminosità: potrai essere scambiata facilmente per un…uovo di Pasqua.

Nastri e Regali

Tutti sappiamo che anche un oggetto di poco prezzo, se presentato con grazie ed eleganza, potrà farti fare un figurone. Anche in questo caso i nastri ci vengono in aiuto.

Nelle cartolerie se ne trovano di tutti i tipi: dai nastri enormi a quelli sottilissimi, nelle tinte più scintillanti.

Confezionare un Pacchetto con Nastri Colorati

Prendi un nastrino intonato alla carta. Fai il pacchetto nel solito modo, ma dovrai avere l’accortezza di lasciare i lembi piuttosto lunghi. Successivamente, con i lembi, forma un fiocco come si fa normalmente, magari uno dopo l’altro sovrapponendoli.

Il nodo renderà il pacchetto più bello e prezioso.

Bouquet di Fiori con Nastri di Raso

Nel tuo giardino sono fiorite le rose? Il tuo primo pensiero è per la mamma. Un pensiero gentile e delicato. Ma come offrirle?

Lega i gambi con uno spago sottile; avvolgili con un foglio di carta stagnola d’argento. Infine passa attorno un nastro, fai il fiocco, lasciando le nappe piuttosto lunghe.

I fiori che coltivi sono piccoli: ciclamini, violette, primule…Fai ancora il mazzetto, sempre al solito modo; ma invece che con nastro grande, legalo con tanti piccoli nastri sottili, di tanti colori, e lascia i capi molto lunghi. Il “bouquet” sarà originale, non ti costerà nulla, e non ti macheranno i complimenti.

2 thoughts on “Come Utilizzare i Nastri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.