Il Punto Croce

Conosci la storia del punto croce? Ti piacerebbe sapere i segreti di questa meravigliosa arte del ricamo? Il punto croce è una delle tecniche di ricamo più conosciuta al mondo. Con il punto croce puoi decorare tantissimi capi di abbigliamento e accessori per la casa come cuscini, quadri, asciugamani, lenzuola, tovaglie da tavola, asciugapiatti, presine e grembiuli. Non si tratta soltanto di un hobby gratificante, il punto croce è una vera e propria arte che permette di  esprimere la propria creatività.

Il punto croce è una delle tecniche di ricamo appartenente alla categoria di ricamo a fili contati. Infatti i ricami a punto croce si realizzano su tessuti dove i fili della trama e dell’ordito sono ordinati in modo regolare a formare una griglia.

Se desideri che il lavoro risulti perfetto, dovrai eseguire i punti in maniera regolare e precisa, i punti di ricamo si lavorano infatti sulla tela a trama regolare come il canovaccio, la tela Aida o il lino, in questo modo l’ago entrerà regolarmente nei fori della trama a intervalli regolari di un determinato numero di fili. Tutte le tecniche di ricamo a fili contati sono molto semplici anche se il più diffuso rimane il punto croce.

Non dovrai fare altro che:

  • contare i fili sul tessuto;
  • leggere lo schema o il disegno di ricamo e memorizzare il motivo;
  • determinare una pressione uniforme in tutti i punti;

Gli schemi e i disegni di ricamo possono essere semplici o complessi.

In molti musei di arte popolare troviamo reperti di tessuto ricamato a punto croce. Nei secoli scorsi il ricamo a punto croce era un’attività artigianale molto importante, con il passare degli anni questa tecnica si trasformò in arte decorativa e ornamentale.


Furono trovati frammenti antichi di tessuto ricamato a punto croce nelle tombe egiziane di faraoni (500 a.C) e in Asia Centrale (850 a.C). Ancora oggi in Occidente, il  punto crroce viene utilizzato per decorare numerosi capi di abbigliamento.

Il punto croce comparse per la prima volta in Europa nel Medioevo e si diffuse nel periodo del Rinascimento. Già nel XVI secolo iniziarono a circolare tra i ricamatori i primi disegni e schemi di ricamo rappresentanti motivi araldici, floreali e simboli religiosi come calici, croce e colombe. Questi schemi di ricamo furono tramandati di generazione in generazione fino ai nostri giorni. I tessuti su cui venivano ricamati questi motivi non erano di cotone ma di lino, seta e lana. E non si disponeva di una vasta gamma di filati colorati.

Il ricamo a punto croce veniva solitamente eseguito con filati di colore rosso porpora perchè erano più resistenti e non sbiadivano durante il lavaggio. In alcune zone dell’Europa Orientale e Centrale si diffuse la tecnica del punto croce a due diritti con disegni geometrici e floreali, ricamati con fili di corone sul lino.

Nei paesi anglosassoni, il punto croce si trova solitamente eseguito su quadri, una tradizione che risale al XVII secolo, quando divenne il punto più utilizzato nella creazione di imparaticci decorativi.

I primi samplers, in Italia conosciuti come imparaticci, rappresentavano collezioni di punti di ricamo diversi, lavorati su tessuti di lino e conservati dai ricamatori e in seguito dalle ricamatrici come modello di ricamo. Gli imparaticci con il passare degli anni si trasformarono in accessori per decorare le pareti della casa. Venivano rappresentati motivi geometrici, disegni araldici e floreali, case e disegni patriottici.

I motivi floreali ed in particolare tralci e bordure di rose venivano riportate sui tessuti per decorare le tende. I disegni di ricamo naturalistici e stilizzati, fino a diventare disegni astratti, e ricamati a punto croce sono frequenti negli abiti tipici di molti paesi sia in Europa che in Marocco e in Medio Oriente.

Nella maggior parte dei ricami a punto croce, le crocette formano motivi e disegni e lo sfondo non si ricama. Questa operazione si inverte quando si tratta del ricamo a Punto Assisi, uno stile di ricamo sviluppatosi in Italia nel XVI secolo. Lo sfondo si riempie di crocette mentre i motivi si lasciano in bianco contornando il perimetro a punto scritto.

3 thoughts on “Il Punto Croce

  1. Può considerarsi un’arte simile ai miei dipinti, costruire cellula per cellula il tessuto.
    Mio sito: http:www.pixelartgalasso.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.