Tessuti per Ricamo

Se desideri realizzare un ricamo perfetto sei nel posto giusto. Quì di seguito troverai alcuni consigli che ti potranno essere utili per scegliere il tessuto per ricamo che fa per te secondo cio’ che hai deciso di realizzare: centrini, tende, tovaglie, cuscini.

Hai pensato di realizzare qualcosa di elegante? Utilizza tessuti pregiati come lino, cotone o bisso. Per ottenere effetti di particolare leggerezza potrai utilizzare  il tulle e l’organza.

Non bagnare mai i tessuti prima di essere ricamati: la leggera apprettatura li rende piu’ consistenti ed evita la deformazione delle fibre.

Quì di seguito troverai elencati i tipi di tessuto utilizzati per il ricamo:

Pelle d’Uovo: tessuto di puro cotone, molto sottile, bianco e nei colori pastello. E’ usato per lenzuolini da culla, camicie da notte, pigiami. Altezza 90-120.

Misto Lino: Tessuto composto da cotone e lino. Presenta trama irregolare ed è adatto per confezionare le tende, tovaglie e lenzuola. Altezza 150-180-240 cm.

Tela: Piu’ pesante del misto lino. E’ consigliata per tovaglie e lenzuola. Altezza 180-240 cm.

Bisso di Lino: Lino leggero, trasparente a trama irregolare. Esiste in diversi colori ed è utilizzato per tovaglie e centri. Altezza 180 cm.

Misto Lino: tessuto composto da cotone e lino. Presenta trama irregolare ed è adatto per la confezione di tende, tovaglie e lenzuola. Altezza 150-180-240 cm.

Puro Lino: Tessuto composto di lino al 100%.  A seconda del peso, è adatto per realizzare centri, biancheria e abbigliamento. Altezza 90-150-180-240-270 cm.

Quale Tessuto Scegliere per Ricamare a Punto Croce?

Per ricamare a punto croce è necessario scegliere dei tessuti con trama regolare e piuttosto eivdenti, dove i fili si possono contare con facilità.

Nella scelta dei tessuti è importante toccare con mano il tessuto se non lo si conosce in maniera da rendersi conto della morbidezza e finezza, è inoltre importante osservare attentamente la trama e l’ordito, comprendere indicativamente il numero di fili che occorrono per eseguire ogni punto di ricamo.

Quì di seguito un elenco con la descrizione dei tessuti per ricamo adatti per eseguire il punto croce:

Lino da ricamo: tessuto in puro lino con trama bel definita e regolare, consigliabile per ricami piuttosto fini come cuscini, pannelli e centrotavola; si lavora con filati leggeri (moulinè o cotone).

Tela Assisi: tessuto di lino, ma con una trama piu’ grossa, adatta a ricami di un certo peso come tendoni, tovaglie e copriletti; si lavora con filati anche robusti (perlè, moulinè a tre o quattro fili, cotone).

Tela Hardanger: tipica del ricamo norvegese (sempre a fili contati), è ottima anche per il punto croce. Disponibile in piu’ colori, dà risultati ottimi se lavorata con filati lucidi.

Etamine: tessuto in cotone piuttosto compatto, ma comunque facile da ricamare a punto croce con filati leggeri e punti molto piccoli.

Tela Juta: tessuto particolarmente indicato per ricami rustici.

Tela Aida: tessuto in cotone o lino, ideale per il punto croce; la sua trama, che raggruppa un numero regolare di fili a formare un quadratino, dispensa persono dal contarli. E’ disponibile nelle strutture di 40-44/10, 50-55/10 e 72/10, ovvero con un numero preciso di quadretti ogni 10 cm.

La scelta della struttura dipende dal risultato che si vuole conseguire: maggiore è il numero di quadretti in 10 cm, tanto piu’ piccolo e compatto sarà il ricamo.

E’ la tela preferita delle principianti, soprattutto nella versione 40/10. Permette non solo di ottenere risultati gratificanti in tempi ridotti, ma anche di controllare piu’ facilmente e in itinere il corretto sviluppo del lavoro.

Oltre a quelli descritti, sono poi in commercio tessuti particolari: con inserti di quadrati, rombi, ovali in tela Aida, distribuiti regolarmente, per confezionare tovaglie, tende o copriletti; fiandre o lini leggeri con bande in tela Aida, per salviette; tele damascate, con particolare effetto lucido, sempre con inserti in tela Aida, per ricamare sfiziosissime tovaglie.

I negozi piu’ forniti dispongono anche di accessori per la cucina (presine, guanti da forno, grembiuli), per il bagno (salviette, teli da bagno, accappatoio), per il bebè (bavaglini, lenzuolini, copertine), sempre con insertii o applicazioni in tela Aida pronti per essere ricamati.

I bordini in étamine, in puro cotone, sono bordi già orlati, in bianco o in colore, sui due lati piu’ lunghi. In diverse altezze e colori, dai piu’ tradizionali bianchi bordatii in rosso, rosa o azzurro, allo scintillante rosso bordato in oro 0per mille idee natalizie, sono estremamente versatili e possono essere utilizzati per rifinire cuscini, asciugamani, tovaglie, risvolti di lenzuola ecc.

Si ricamano con filati leggeri.

Un accenno finale va fatto al canovaccio monofilo o a due fili. Viene usato per realizzare oggeti di arredamento, come quadri, tappeti, copertine per le parti imbotttie di sedie, divani oppure cusini.

Lo si acquista nei negozi specializzati, dove è facilmente reperibile anche l’attrezzatura necessaria per il ricamo.

IL CANOVACCIO

Il canovaccio è un tessuto rigido, a larghi buchi regolari, adatto per ricami a mezzo punto, a piccolo punto, a punto corce e per la confezione di tappeti. In commercio esistono canovacci di cotone, sintetici, tessuti in filatoo di seta o filati setosi; possono essere a filato semplice, a due filati )conovaccio “Penelope”) o a filati intrecciati.

Il canovaccio a filato semplice ha struttura a una maglia, mentre quello chiamto “Penelope” presenta struttura a due fili o doppia maglia in quanto il buco è formato dall’incontro di due fili orizzontali con due fili verticali (la griglia di questo canovaccio esiste in varie misure: da 2 a 4 maglie per cm oppure da 5 a 10 maglie per cm).

I canovacci in cotone o seta solitamente si usano per ricamare a punto arazzo, mezzo punto o piccolo punto, impiegando filati quali la lana ritorta persiana a due capi, i filati da ricamo normali (moulinè, perlé ecc), la lana da ricamo e i filati metallici (oro e argento).

I canovacci sintetici, infine, si utilizzano per la realizzazione di tappeti, lavorando con filati di lana o sintetici.

19 thoughts on “Tessuti per Ricamo

  1. Pingback: Schemi a Punto Croce – Farfalle
  2. Ciao, vorrei ricamare a punto croce le tende della mia nuova casa, cucina e camera da. Letto, che tessuto posso usare? Meglio il lino o posso usare anche la tela aida?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *