Matassine per Ricamo

filati per ricamo

Esistono tantissimi tessuti e filati per il ricamo e svariati accessori da poter utilizzare, sperimentare e combinare secondo la propria capacità creativa.

Ti consiglio di utilizzare sempre filati di qualità che mantengono inalterati i colori sia durante i lavaggi ad alta temperatura e al candeggio che durante l’esposizione alla luce.

Il tipo di filato che piu’ utilizzo per ricamare è il Moulinè: composto da sei fili che possono essere estratti singolarmente, utilizzati in gruppi di due o tre fili a seconda del tipo di tessuto che si vuole utilizzare per eseguire il lavro. Si tratta di un cotone molto luminoso e soffice ed è possibile trovare un vasto assortimento di colori.

Sia nelle matassine da ricamo che nei gomitoli troverete un’etichetta con la descrizione del filato.

La gugliata di filo non deve mai essere molto lunga (non superare mai i 45 cm) poichè il filo tenderebbe a rovinarsi nell’attraversare piu’ volte la trama del tessuto.

Utilizza sempre gli organizer per evitare che le matassine o gli stessi fili si intreccino tra di loro. Esistono in commercio degli organizer molto pratici oppure puoi creare dei pratici cartoncini dove avvolgere il filo non utilizzato.

Possiamo dividere i filati da ricamo in due categorie:

  • filati divisibili
  • filati indivisibili

Scelta del Tipo di Fibra

Il cotone da ricamo: filato in puro cotone egiziano formato da quattro capi indivisibili. Ideale per il ricamo tradizionale, è disponibile in una vasta gamma di colori.

Il cotone perlé: filato in puro cotone  egiziano lucido ( “perlato” appunto) molto ritorto, disponibile in diverse grossezze e adatto a tessuti consistenti; è consigliata a chi è alle prime armi ed è molto utile alle esperte per ottenere effetti di rilievo.

Il cotone mouliné: filato composto da sei capi divisibili in puro cotone egiziano, d’aspetto si presenta brillante e segoso ed è perfetto per ogni tipo di ricamo e di tessuto.

Il cotone lanato: è un filato più opaco, ritorto, usato in genere anche per i lavori su canovaccio.

Filati metallici, che di solito  vengono usati per lavori su canovaccio, abiti da sera o comunque per capi e accessori di una certa importanza, nonché per soggetti natalizi.

La lana da ricamo è un filato molto morbido, ma resistente, ed è utile per i lavori su canovaccio perché non si sfilaccia passando continuamente nei fori della  stoffa e perché, essendo grossa, la ricopre interamente creando un effetto-tessuto.

La seta: viene usata su stoffe particolarmente leggere, per lavori preziosi, ed è un filato relativamente costoso. Richiede un po’ più di abilità rispetto agli altri filati perché sii attorciglia con molta facilità.